Ok, cazzarola, non è per niente giusto! Non è giusto che un demo talmente valido abbi a solo due pezzi e duri meno di otto minuti! Dalla Norvegia arrivano i Wrath Attack, Thrash band che fa dell’attitudine il proprio marchio di fabbrica tangibile.
Si presentano con questo “Bringing Out The Thrash” (scaricabile gratuitamente sia dal loro sito ufficiale che dalla pagina MySpace), in cui sciorinano un sound marcio e totalmente old school. Acscoltandoli si ritorna in pieni anni ’80, quando bands giovanissime e con pochi soldi registravano i loro demo chiusi nello stesso garage dove provavano. Una situazione che, per i nostalgici come me, è un vero toccasana. Specie in questo periodo nel quale proliferano gruppi Metalcore, come se nessuno sappia suonar altro ormai.

Come detto, purtroppo, le canzoni sono solamente due, “Anthems Of Anger” e “Bringing Out The Thrash”: niente tecnicismi, niente soluzioni di nuova scuola. Solo sano e vecchissimo Thrash Metal iperpunkeggiante, con produzione e soluzioni stilistiche che ricordano molto da vicino i Sodom del leggendario “In the Sign Of Evil”. Due inni al thrash Metal, né più, né meno. Stop. Fine.
Inoltre, mi par di capire dai nomi scelti dai componenti, che i ragazzi non si sono affatto dimenticati l’attitudine goliardica che un tempo era all’ordine del giorno in questo genere. Come non citare, giusto per fare un esempio, il chitarrista The Bottlecrusher ed il bassista The Caravancrusher?!?

Insomma, poche storie. Con i Wrath Attack, più che con qualsiasi altra band attualmente in giro, potete realmente fare un salto negli anni ’80 e riassaporare l’atmosfera del Thrash di allora. Per cui andate sul loro sito o sulla loro pagina MySpace (non mi frega, tanto è uguale!) scaricate questo lavoro ed ascoltate come c***o si deve suonare Thrash Metal.
Più che un consiglio, un ordine.
73/100

Lord Lucyfer (Metal Wave)

Back to list